venerdì 18 aprile 2014

Precisazioni riguardo all'obbligo della cravatta per la conferenza in senato

Molti ci scrivono per chiedere delucidazioni sull'obbligo di venire alla conferenza del 29 in senato con la giacca e la cravatta.
Di seguito forniamo una serie di indicazioni utili per chi si sente un coglione con la cravatta e quindi non l'ha mai comprata non la possiede e non sa annodarla. Questo al fine di permettere a tutti di venire vestiti adeguatamente e di non creare intralci nella gestione della conferenza.


giovedì 17 aprile 2014

io, Paolo e Mariangela


Maurizio Fani

Paolo ti ringrazio dell’immeritata menzione.

Se ho fatto quello che ho fatto non è perché sono buono, generoso, altruista. Queste sono denotazioni oramai da lungo tempo superate. L’ho fatto solo perché provo un istintuale e profondo piacere nell’aiutare le persone a capirsi e a comprendere i molteplici meccanismi che influenzano la vita senza che se ne rendano minimamente conto. Oltre a fare succhi e composte nella mia piccola azienda agricola sono anche psicologo e psicoterapeuta insieme alla mia compagna Monica. Io personalmente svolgo questa attività da oltre 25 anni e l’ho quasi sempre fatta in maniera totalmente gratuita. 
Pur non essendo affiliato a nessuna confraternita di sorta ho sempre adottato il principio primo dei guaritori Rosa+Croce sul dovere della gratuità. Solo in pochi casi non ho rispettato questo principio perché era necessario fare diversamente.

mercoledì 16 aprile 2014

Border Nights - puntata 120

Ospiti il senatore Bartolomeo Pepe (ex Movimento 5 stelle, oggi gruppo misto) e il regista Silvano Agosti (lavoro, Kirghisia, politica). Poi finale in compagnia di Stefania Nicoletti e di Maestro di Dietrologia. Border Nights va in onda in diretta ogni martedi alle 22 su Web Radio Network (http://www.webradionetwork.eu/player). Per intervenire: bordernights@webradionetwork.eu blog http://bordernights.blogspot.it Skype: border nights gruppo Facebook: border nights

http://www.spreaker.com/user/bordernights/border-nights-puntata-120-15-04-2014



lunedì 14 aprile 2014

Roma, 29 maggio - Convegno presso il Senato della Repubblica


CONVEGNO
"I poteri di condizionamento della società e della politica"



Relatori

Solange Manfredi
Paolo Franceschetti
Fausto Carotenuto
Nino Galloni
Bartolomeo Pepe
Adriano Zaccagnini



29 maggio 2014
ore 9,30 - 13,00


presso il Senato della Repubblica
Sala Santa Maria in Aquiro
Piazza Capranica, 72
Roma



L'ingresso è libero, ma i posti sono limitati
È necessaria la prenotazione per l'accreditamento
Per prenotare, scrivere all'indirizzo mail del blog
drag-star@hotmail.it
indicando nome, cognome e data di nascita


Si ricorda che per gli uomini è obbligatorio indossare giacca e cravatta








domenica 13 aprile 2014

Cronaca di un tumore annunciato (e di tante terapie rifiutate)



1. Premessa. 2. Io e Mariangela. 3. Le tappe del cammino. Primo approccio. 4. Simoncini. 5. Hamer e la oncopsicologia. 6. L’Aloe arborescens e la ricetta di padre Zago. 7. La terapia steineriana a base di Iskador. 8. L’alimentazione. 9. La cura Di Bella. 10. L’équipe degli angeli. 11. La fine del percorso. La follia condivisa. 12. Conclusioni. Esiste una cura contro il cancro? 13. Ringraziamenti. 14. Bibliografia. 


1. Premessa.

Questa è una storia come tante, cioè la storia di tutte le cure sul cancro che esistono, ma che volutamente si ignorano.
Di diverso c’è solo che l’ho vissuta io in prima persona, insieme a Mariangela, che di diverso rispetto alle persone comuni ha sempre avuto un inconscio esternato e vissuto con modalità che difficilmente vengono capite all’esterno.
E’ un viaggio all’interno della follia del pianeta cancro, che riflette la follia dell’essere umano.
E’ un viaggio che ancora deve finire, e quindi la cui storia deve essere ancora scritta compiutamente; la riprenderò senz’altro, in futuro, per documentarmi sempre meglio su questo pianeta, ancora sconosciuto ai più, che è il tumore.

mercoledì 9 aprile 2014

Border Nights - puntata 119. Ospite Massimo Mazzucco

Ospite della puntata Massimo Mazzucco (Luogocomune.net): si parlera' di 11 settembre, Renzi, Grillo e il Movimento 5 stelle, droghe leggere, pianificazioni del sistema. Completa la puntata la scheda di maestro di dietrologia dedicata alla "crisi" economica e la consueta chiacchierata con Paolo Franceschetti. Border Nights va in onda in diretta ogni martedi alle 22 su Web Radio Network (http://www.webradionetwork.eu). Per domande o interventi: bordernights@webradionetwork.eu gruppo Facebook border nights blog http://bordernights.blogspot.it Skype: border nights

http://www.spreaker.com/user/bordernights/border-nights-puntata-119-08-04-2014



venerdì 4 aprile 2014

Fausto Carotenuto - Il mistero della situazione internazionale

Presentazione del libro "Il mistero della situazione internazionale" di Fausto Carotenuto (Uno Editori).

Viterbo, 20 marzo 2014, Libreria Etruria.

www.coscienzeinrete.net 







mercoledì 2 aprile 2014

Border Nights - puntata 118

Puntata intensa con Gianfranco Carpeoro e Paolo Franceschetti. Si parla di massoneria, magia, esoterismo, delitti rituali, vita e morte e molto altro. Nel corso della puntata la scheda di Maestro di Dietrologia sui "suicidi" dei vip e il secondo intervento di Emiliano Babilonia sul controllo mentale. Border Nights va in onda ogni martedi alle 22 in diretta su Web Radio Network (www.webradionetwork.eu). Per riflessioni o domande scrivere a: bordernights@webradionetwork.eu gruppo Facebook Border Nights; blog http://bordernights.blogspot.it Skype: border nights

http://www.spreaker.com/user/bordernights/border-nights-puntata-118-01-04-2014



lunedì 31 marzo 2014

Border Nights - puntata 117

Inizio di puntata con il racconto di un dissociato dei testimoni di Geova,poi collegamento con Varo Venturi che spazierà su tantissimi argomenti anche con il prezioso contributo dei numerosi ascoltatori che avevano inviato le loro domande. Chiude la puntata lo spazio con Paolo Franceschetti. Border Nights va in onda ogni martedi alle 22 su Web Radio Network. Email: bordernights@webradionetwork.eu blog http://bordernights.blogspot.it gruppo Facebook-Skype: Border Nights

http://www.spreaker.com/user/bordernights/border-nights-puntata-117-25-03-2014


martedì 25 marzo 2014

Metodo Di Bella. Comunicato di Giuseppe Di Bella

"E' iniziata una campagna mediatica del regime di diffamazione, delegittimazione, disinformazione sul metodo Di Bella che anticipa il totale blocco e divieto.
In questa aggressione mediatica non abbiamo trovato un solo organo di informazione "ufficiale" né politico che abbia preso le difese del MDB,malgrado le evidenze scientifiche e le sentenze di merito basate su perizie giurate che certificano la remissione di tumori con MDB dopo il fallimento delle "cure di provata efficacia".
La diffamazione del MDB sta assumendo proporzioni tali da costituire un'indiretta e indebita interferenza e pressione di magistrati chiamati a valutare i ricorsi dei pazienti in cura con MDB e sui consiglieri regionali della Sicilia che stanno discutendo l'erogazione del MDB. Le USL hanno cominciato regolarmente a fare opposizione a sentenze di casi in cui è documentata in forma inequivocabile e completa la remissione con MDB,dopo il fallimento della chemio, questo in base alle conclusioni della PSEUDO sperimentazione del 1998........Nessuna terapia è stata osteggiata ,odiata, diffamata, e censurata come il MDB, che ebbe l' onore di decreti legge per vietare l' uso di componenti essenziali.
Nessuna terapia è stata oggetto di anatemi, scomuniche, comunicati stampa sprezzanti e intimidatori , ministeriali e di associazioni mediche e delle maggiori istituzioni sanitarie.Nessuna terapia ha avuto sanzioni, richiami, ammonizioni di ordini medici,(quasi nessun medico MDB a partire da mio padre e dal sottoscritto ne è stato esente). 
Questo metodo insidia il fatturato delle multinazionali, costituisce un' inaccettabile mancanza di rispetto verso i grandi benefattori dell' umanità, i soloni della medicina , i KOLS ( Key Opinion Leaders ) che con tanto impegno e soldi, le multinazionali impongono ossessivamente alla pubblica opinione.
Il rifiuto delle Linee guida e dei prontuari che zelanti commissioni ministeriali di nomina politica impongono, è visto come insubordinazione, un sacrilegio, un delitto, di lesa maestà verso le immacolate, sacre vestali della medicina.In assenza di una mobilitazione, di una presa di coscienza da parte di chi non è disposto a sottostare a terapie coercitive, la fine della libertà di cura è imminente, Tranne qualche rara eccezione, pochi si sono veramente e realmente attivati, in pratica ci hanno lasciati soli a combattere questa battaglia. 


Giuseppe Di Bella


il sito del dottor Di Bella
http://www.metododibella.org/it/mdb/home.do



mercoledì 19 marzo 2014

Border Nights, puntata 116



A questo link la puntata 115, dove si parla di tumore, e della terapia Di Bella, con la dottoressa Rita Brandi.
Un breve intervento di Massimo Mazzucco, autore del documentario "cancro, le cure proibite".

http://www.spreaker.com/user/bordernights/border-nights-puntata-116-18-03-2014

mercoledì 12 marzo 2014

Border Nights - puntata 115

In questa puntata iniziamo a parlare di presunto controllo mentale con Emiliano Babilonia. E poi ampio spazio a Paolo Franceschetti: controllo esoterico, sincronicità, scopi e missioni nella vita, risposte alle domande degli ascoltatori. Border Nights è un programma che va in onda ogni martedi alle 22 su Web Radio Network http://www.webradionetwork.eu/player per le vostre domande o riflessioni scrivere a: bordernights@webradionetwork.eu blog http://bordernights.blogspot.it gruppo Facebook: Border Nights Skype: Border Nights

http://www.spreaker.com/user/bordernights/border-nights-puntata-115-11-03-2014


venerdì 7 marzo 2014

Viterbo, 20 Marzo: Presentazione del libro di Fausto Carotenuto



Viterbo
20 Marzo 2014

ore 18:00

FAUSTO CAROTENUTO
presenta il suo libro
"Il mistero della situazione internazionale"


presso Etruria Libri - Località Tribunale

Ingresso Libero
Per eventuali prenotazioni: etruriatribunale@libero.it - tel. 0761 270626



Fausto Carotenuto vuole svelare in questo volume il mistero della situazione internazionale e le dinamiche spirituali e materiali che si nascondono dietro gli eventi. Vuole comprendere i sistemi di manipolazione che agiscono in sfere sia spirituali che materiali chiedendosi se è possibile, attraverso una prospettiva spirituale, dare un senso anche alle cose difficili da comprendere.

Fausto Carotenuto offre in questo volume un’approfondita analisi delle dinamiche spirituali e materiali che si nascondono dietro gli eventi del mondo, e attraverso una prospettiva spirituale si interroga sulle grandi questioni della situazione internazionale con l’intento di dare un senso alle cose più complicate da comprendere. L’autore vuole capire il perché delle guerre, della povertà e delle violenze, svelare il Bene che ormai sembra tramontato dietro il Male nel mistero della situazione internazionale.


Una prospettiva spirituale che offre una visione profondamente diversa della situazione internazionale e permette di dare un senso anche alle cose che in apparenza sembrano incomprensibili. Fausto Carotenuto vuole scoprire le dinamiche spirituali e materiali che guidano gli eventi e offrire un’alternativa per osservare la situazione internazionale in modo più consapevole, immaginando che forse la realtà che si presenta a noi non rappresenta tutta la realtà ma che forse gli eventi drammatici sono solamente uno spettacolo virtuale costruito dai sistemi di manipolazione, come una rappresentazione misteriosa del mondo.

Il mistero della situazione internazionale può finalmente essere svelato se comprendiamo veramente le dinamiche spirituali che dominano gli eventi nel mondo. Dobbiamo acquistare un nuovo modo di osservare la realtà, uscire dal buio che ci circonda e colmare le lacune del nostro modo attuale di vedere la realtà e solo così riusciamo a dare un senso a tutto ciò che accade. Fausto Carotenuto sostiene che le forze in gioco sulla scena internazionale non si esauriscono con quelli apparenti, come i gruppi politici ed economici, ma sono le forze dell’interiorità il vero motore degli eventi che ci circondano.

Questo volume offre al lettore un viaggio alla ricerca del senso della realtà, un viaggio cosmico dietro le apparenze, dove l’autore si interroga sulle più grandi questioni della nostra esistenza come l’evoluzione del Bene e del Male e le loro rispettive strategie e le forse spirituali che accompagnano le nostre vite, avanzando l’ipotesi che forse la vita non è altro che uno spettacolo dove i sistemi di manipolazione non ci permettono di distinguere il Bene dal Male, il vero dal falso e il giusto dallo sbagliato. Un viaggio alla scoperta della realtà che si nasconde dietro le apparenze, una realtà che, una volta compresa ci può offrire gli strumenti per un risveglio, dandoci la possibilità di intervenire contro il Male.


L'autore è un esperto di politica e strategie mondiali con una diretta esperienza governativa per conto di organizzazioni internazionali. L'intento dello scrittore è di suggerire un modo diverso di osservare la situazione internazionale, ma soprattutto di considerare la crescita dell'anima e dello spirito.



Convegno Poteri Forti - Resana (TV) 30 Marzo





mercoledì 5 marzo 2014

Border Nights - puntata 114

In questa puntata si parlerà del metodo Stamina con la testimonianza di Sandro Biviano, malato di distrofia muscolare che dalla scorsa estate è in presidio in tenda a Roma per chiedere di potersi curare con la cura Vannoni. Poi collegamento con Alessandro De Angelis che spiegherà quali sono secondo lui le prove dell'inesistenza della figura di Gesù. Nel finale come sempre lo spazio dedicato a Paolo Franceschetti ed alla rubrica di Maestro di Dietrologia. Border Nights va in onda ogni martedi alle 22 in diretta su Web Radio Network (http://www.webradionetwork.eu). Per intervenire: bordernights@webradionetwork.eu blog http://bordernights.blogspot.it gruppo Facebook border nights, skype Border Nights

http://www.spreaker.com/user/bordernights/border-nights-puntata-114-05-03-2014


mercoledì 26 febbraio 2014

Border nights, puntata 113 (con Magaldi e Carpeoro)

Ospiti della puntata Gioele Magaldi e Gianfranco Carpeoro. Magaldi parlerà dei motivi che hanno indotto ad accellerare la caduta di Letta a vantaggio di Renzi e quelle che si annunciano le prossime dinamiche. 

Si parlerà anche di Europa e rapporto tra Chiesa Cattolica, Opus Dei e massoneria. Carpeoro risponderà alle numerose domande arrivate. Compagno di viaggio come sempre Paolo Franceschetti. 

Border Nights va in onda in diretta ogni martedi alle 22 su Web Radio Network 

(http://www.webradionetwork.eu

per intervenire: bordernights@webradionetwork.eu bloghttp://bordernights.blogspot.it skype border nights, gruppo Facebook: border nights


il link della puntata:

http://www.spreaker.com/user/bordernights/border-nights-puntata-113-25-02-2014

lunedì 24 febbraio 2014

Considerazioni sul delitto Meredith. Tratto dall'ultimo numero di "Delitti e misteri".




E' in edicola il nuovo numero di Delitti e Misteri.
Approfondimenti sul caso Meredith, con interviste ai familiari, al Pm Mignini, e una nuova rubrica curata da Paolo Franceschetti "L'avvocato del diavolo", nonchè articoli e approfondimenti curati da magistrati e avvocati specializzati.
La rivista si trova nelle migliori edicole, nelle librerie Feltrinelli, alla libreria Termini.
Per abbonarsi:
http://www.delittiemisteri.eu/


Pubblichiamo qui il mio intervento relativo al caso Meredith, tratto dalla rivista: 


Mi occupo di delitti rituali da qualche anno ormai. Ho potuto constatare che in essi ricorrono sempre gli stessi elementi:
-          mancanza dell’arma del delitto;
-          mancanza di un serio movente accertato;
-          contraddittorietà (o addirittura “falsità”) delle testimonianze raccolte;
-          prove scientifiche contraddittorie;
-          simbologia esoterica relativa a data, luogo e ora del delitto.

Iniziamo da quest’ultima caratteristica. Anche nel delitto Meredith, la prima cosa che salta agli occhi (e l’unica cosa che viene sempre invece trascurata dagli inquirenti) è la simbologia. La data del delitto (il giorno dei morti), la somma teosofica della data (13, il numero della morte), il nome della vittima (Meredith Susan Care; Susanna è il nome che indica in ebraico la rosa e il giglio), i nomi dei presunti assassini (Amanda richiama il concetto base della filosofia e del credo rosacrociano: l’amore). Potremmo andare avanti per un bel po’, ma la verità è che dal punto di vista giudiziario tali elementi sono poco utili; dovrebbero però servire a indicare una linea guida, a far capire fin da subito che dietro a vicende come questa c’è, molto probabilmente, molto altro rispetto a quel che emerge in superficie. La assoluta ignoranza di polizia e magistratura nel campo dei delitti rituali fa sì che questi indizi vengano del tutto trascurati, provocando un danno irreparabile alle indagini.

La mancanza dell’arma del delitto accomuna poi il delitto Meredith ad altri delitti della storia giudiziaria italiana: Erba, Cogne, i delitti del Mostro di Firenze e quelli delle Bestie di satana, Garlasco, e molti altri.

La mancanza del movente è l’altro elemento ricorrente. Il movente, in termini giudiziari, è quella motivazione del delitto che, sebbene non indichi con precisione l’autore del delitto, costituisce un tassello nella ricostruzione complessiva e nell’attribuzione di un delitto ad un dato autore. Nei vari delitti rituali della storia giudiziaria italiana troviamo invece sempre dei moventi assolutamente improbabili (la madre di Cogne che uccide il bambino perché ha la testa grossa; i coniugi di Erba che per preservare la tranquillità del loro nido familiare scelgono il singolare metodo di sterminare tutta la famiglia; Alberto Stasi che motivato da un non provata “gelosia” decide di uccidere la fidanzata non si sa bene perché, e così via).
In questo caso la mancanza del movente è indicata chiaramente in quei “futili motivi” che costituiscono l’aggravante dell’omicidio per cui sono stati condannati in primo grado Knox, Sollecito e Guedé. Ora, che un singolo assassino possa uccidere per futili motivi è plausibile; ma che tre persone possano uccidere senza motivo diventa abbastanza improbabile, a meno di non dimostrare che fossero già da tempo assassini incalliti.

Le testimonianze, come le deposizioni degli imputati, sono spesso contraddittorie e confuse per un motivo abbastanza semplice. Chi organizza il delitto provvede (direttamente o più spesso indirettamente) a convincere testimoni o imputati a mentire su alcune circostanze, convincendo la persona che è nel suo interesse per non subire danni processuali maggiori.
Tutto ciò invece ha come unico scopo quello di rendere vacillanti alcune posizioni processuali, e di rendere il quadro complessivo più confuso.

Un’altra caratteristica comune a questo processo come a molti altri di cui mi sono occupato è la totale, assurda, folle, mancanza di collaborazione tra le varie parti del processo.
Mi spiego.
Se Raffaele Sollecito e Amanda Knox sono davvero innocenti, c’è da chiedersi perché le loro famiglie non collaborano con quella di Meredith per cercare la verità in comune, perché non si scambiano informazioni, collaborazioni, risultati, cosa che andrebbe a tutto vantaggio della rapidità dei risultati, e dell’efficienza nelle ricerche.
La risposta, purtroppo, mi è tristemente nota.
Chi organizza questi delitti ha tutto l’interesse a non far emergere la verità e a confondere le acque il più possibile.
In questo disegno vi rientra l’opera di mettere tutti contro tutti, di modo che, alla fine, l’unico vero vincitore in questa vicenda sia colui o coloro, che hanno organizzato il delitto.
In questo depistaggio, un ruolo essenziale lo giocano gli avvocati. Ci si dimentica – lo dimenticano tutti, dando addirittura per scontato l’opposto – che l’avvocato, secondo il codice deontologico, avrebbe il dovere di cercare la verità, insieme alla polizia e alla magistratura ed insieme, ovviamente, ai parenti delle vittime.
Se davvero tutti collaborassero per questo fine, la ricerca della verità diverrebbe più agevole, perché a mentire rimarrebbe solo l’assassino.

Non posso quindi dire chi sia responsabile di questo delitto, se i colpevoli indicati siano realmente tali o no, se ci sono altri responsabili e quanti. Quel che mi sento dire con certezza è però che la verità è un’altra, rispetto a quella confusa e contraddittoria emersa nei vari gradi di processo. E mi sento di dire che questa verità non verrà mai a galla, finché polizia e magistratura non decideranno di usare altri approcci con questo tipo di delitti, e finché non vengano finalmente studiati e approfonditi i cosiddetti omicidi rituali, e finché non emerga una cultura difensiva che veda l’avvocato non al servizio della menzogna e “contro” il PM e i familiari delle vittime, ma al loro servizio nella ricerca della verità.

Per finire, una rapida replica alle accuse di incompetenza mosse dalla stampa americana alla magistratura italiana. Che la nostra magistratura sia incompetente è un dato di fatto; ma in America non stanno messi meglio, perché quando ho approfondito le vicende giudiziarie americane, ho potuto notare che esse seguono gli stessi schemi e le stesse procedure seguite da noi. Anzi, da questo punto di vista in America il numero di omicidi rituali con la conseguente individuazione di capri espiatori ad hoc è esattamente identica alla nostra (dal caso risalente a Charles Manson, a quello più recente di Damien Echols, scarcerato appena due anni fa come innocente dopo essere stato condannato a morte).

mercoledì 12 febbraio 2014

Border Nights - puntata 111. Ospite Monia Benini

A causa di un problema tecnico nello studio centrale, apre la puntata un inedito Paolo Franceschetti in veste di conduttore. La scheda di Maestro di Dietrologia introduce la discussione parlandoci di Eyes Wide Shut e di Kubrick. Ospite della serata Monia Benini che ci parlerà del suo ultimo libro "Sterminio segreto" legato alla politiche di abbattimento consapevole della popolazione tramite vaccini, guerra batteriologica e climatica, distorsioni sanitarie, ecc. Poi Franceschetti risponderà alle numerose domande arrivate a bordernights@webradionetwork.eu (la figura di Mussolini e quella di Craxi e molto altro). Due ascoltatori chiameranno in diretta collegandosi all'account Skype Border Nights. Blog http://bordernights.blogspot.it gruppo Facebook Border Nights Il programma va in onda in diretta ogni martedi dalle 22 all'1 su Web Radio Network (http://www.webradionetwork.eu)

http://www.spreaker.com/user/bordernights/border-nights-puntata-111-11-02-2014


sabato 8 febbraio 2014

Amore cristiano, amore cattolico, amore dantesco, amore moderno, amore satanico.



Paolo Franceschetti

1. Premessa. 
2. L'amore Cristiano. 
3. L'amore per la Chiesa cattolica. 
4. L'amore Dantesco e dei Fedeli d'Amore. 
5. L'amore moderno. 
6. L'amore satanico e l'amore per le società segrete che operano il sacrificio umano.
7. Letture consigliate.


1. Premessa.

Questo articolo è non solo lungo, ma anche abbastanza complicato, e presuppone la lettura (e l’assimilazione) di due articoli precedenti: quello sulla magia, e quello sul vero messaggio cristiano. Presuppone anche la conoscenza dei principali punti della storia dei Rosacroce, della massoneria e della Chiesa cattolica.
Diversamente ne è sconsigliata la lettura perché risulterebbe un articolo astratto e privo di senso razionale.

mercoledì 5 febbraio 2014

Border Nights - puntata 110

Ospite della puntata Enrica Perucchietti con la quale si parlerà del rischio scomparsa dell'identità sessuale, di Obama, di Nuovo Ordine Mondiale, di Dmt e terzo occhio. In collegamento come sempre anche Paolo Franceschetti. Border Nights è un programma che va in onda ogni martedi in diretta su Web Radio Network alle 22. Email: bordernights@webradionetwork.eu blog http://bordernights.blogspot.it gruppo Facebook border nights; Skype: border nights

http://www.spreaker.com/user/bordernights/border-nights-puntata-110-04-02-2014


venerdì 31 gennaio 2014

Il tranquillo lavoro dell'avvocato



Paolo Franceschetti

Notte tra il 1° e il 2 giugno 2005, a Nereto. L’avvocato Libero Masi, noto nella zona perché presidente di Slow Food Abruzzo, viene ritrovato cadavere in casa, smembrato a colpi di ascia insieme alla moglie. Ai cadaveri mancano i denti. Il paesino è un tipico borgo abruzzese, con pochissimi abitanti, in cui è quasi impossibile muoversi senza essere notati, eppure il colpevole non verrà mai trovato. La magistratura apporrà addirittura il segreto di stato sul fascicolo.
Secondo la migliore tradizione giudiziaria non solo italiana, a un certo punto emerge un reo confesso; si chiama Massimo Bosco, è il solito sfigato, drogato, barbone, analfabeta (stesso copione che troviamo in Olindo e Rosa, come i ragazzi delle Bestie di Satana, come Michele Misseri, come i compagni di merende nel Mostro di Firenze), che si autoaccusa del delitto. La sua versione è talmente strampalata che questa volta i giudici non credono all’autoaccusa e lasciano libero il reo confesso; costui, trasferitosi a Castiglion Fibocchi, verrà poi a sua volta assassinato il 14 novembre 2013 a colpi di pietra e bastoni da due barboni, ufficialmente per un posto in tenda, ma più probabilmente per mettere a tacere un testimone che un giorno o l’altro avrebbe potuto raccontare chi e perché lo aveva istruito a “confessare”.

giovedì 30 gennaio 2014

Border Nights - puntata 109

In questa puntata si parla della nuova medicina germanica del dottor Hamer insieme a Claudio Trupiano. In collegamento anche Gianfranco Carpeoro che risponde alle numerose email legate al simbolismo ed alla massoneria. Consueto compagno di viaggio Paolo Franceschetti.
Per domande e commenti scrivere a: bordernights@webradionetwork.eu blog http://bordernights.blogspot.it gruppo Facebook: border nights skype: border nights Il programma va in onda ogni settimana in diretta alle 22 su Web Radio Network (http://www.webradionetwork.eu)

http://www.spreaker.com/user/bordernights/border-nights-puntata-109-28-01-2014



mercoledì 22 gennaio 2014

Border Nights - puntata 108

In questa puntata si parlerà di vivisezione e salute (Stamina) con Stefano Fuccelli presidente del partito animalista europeo, di fisica quantistica ed evoluzione dell'uomo con Maximilian Sandor, di simbolismo nei cartoni animati con Carpeoro. Chiude la trasmissione la consueta conversazione settimanale con Paolo Franceschetti (terzo mondo e nuovo ordine mondiale, delitti familiari, esoterismo e delitti, ecc.). In collegamento da Padova Stefania Nicoletti ci racconta la serata di presentazione del secondo volume di "Sistema massonico e ordine della rosa rossa". Per domande e commenti: bordernights@webradionetwork.eu blog http://bordernights.blogspot.it skype border nights, gruppo Facebook border nights


http://www.spreaker.com/user/bordernights/border-nights-puntata-108-21-01-14



venerdì 17 gennaio 2014

Gennaio 2014: prossime conferenze nel Nord Italia

Venerdì 17 Gennaio 2014
Udine
ore 20:30
Presentazione del libro "Sistema massonico e Ordine della Rosa Rossa"
presso Libreria Perlanima
via Pordenone, 58
Info e prenotazioni: tel. 0432 1710321 - libreriaperlanima@libero.it


Martedì 21 Gennaio 2014
Curtarolo (PD)
ore 20:45
Massoneria e Chiesa cattolica: chi ci nasconde la verità e perché
presso Ristorante Falco d'Oro
via S. Andrea, 10
www.realtallospecchio.it


Venerdì 24 Gennaio 2014
Torino
ore 21:00
Presentazione del libro "Sistema massonico e Ordine della Rosa Rossa (vol.2)"
presso Sala Valfré
Via Accademia delle Scienze, 11
Ingresso libero dalle 20:30 in poi, fino ad esaurimento posti. La capienza è di 60 posti.
Info: tel. 011 4362689 - info@fenicetorino.it


Lunedì 27 Gennaio 2014
Aosta
ore 20:30
Presentazione del libro "Sistema massonico e Ordine della Rosa Rossa (vol.2)"
presso Café Librairie di Piazza Roncas


giovedì 16 gennaio 2014

Gioele Magaldi parla dell'affiliazione massonica di Napolitano, Grasso e Boldrini

Servizio sui rapporti tra massoneria e politica, andato in onda ieri sera su La7, nella trasmissione "La Gabbia". Con un intervento di Gioele Magaldi, Maestro Venerabile del Grande Oriente Democratico, che parla apertamente dell'appartenenza massonica delle prime tre cariche dello Stato: il presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, il presidente del Senato Pietro Grasso, e il presidente della Camera Laura Boldrini.





mercoledì 15 gennaio 2014

Border Nights - puntata 107

Ospiti della puntata Simonetta Pozzatti con la quale torneremo a parlare di Legge di Attrazione ed il regista Louis Nero che presenterà il suo prossimo film "I misteri di Dante" in uscita il prossimo 14 febbraio. Poi spazio agli interventi degli ascoltatori con Paolo Franceschetti. Interviene ancora anche Paolo Ferraro. Il programma va in onda ogni settimana in diretta su Web Radio Network (http://www.webradionetwork.eu) email: bordernights@webradionetwork.eu blog http://bordernights.blogspot.it skype border nights, gruppo Facebook border nights.

http://www.spreaker.com/user/bordernights/border-nights-puntata-107-14-01-2014



giovedì 9 gennaio 2014

Border Nights - puntata 106

Ospiti della puntata Gino Marra (Signoraggio.it) e l'ex magistrato Paolo Ferraro. Compagno di viaggio come sempre Paolo Franceschetti. Temi della puntata: banche, economia, politica, massoneria. Email: bordernights@webradionetwork.eu blog http://bordernights.blogspot.it skype border nights, gruppo Facebook border nights.

http://www.spreaker.com/user/bordernights/border-nights-puntata-106-7-jj1-2014



mercoledì 8 gennaio 2014

La morte dei leader spirituali (Cristo, Osho, Buddha).




1. La strana morte di Osho, avvelenato col tallio. 2. Come muore un maestro spirituale (Cristo, Buddha, Steiner, Jacques de Molay, Yogananda, Gandhi). 3. La legge del contrappasso spirituale.

Il nuovo istituto giuridico fiscale introdotto dai governi Monti e Letta





Poche settimane fa leggevo la ridicola notizia relativa alla discussione parlamentare sull’aumento della fascia esente dall’IRPEF. Qualche parlamentare di sinistra, per far finta di essere dalla parte del popolo, si chiedeva se fosse giusto portare a 12.000 euro la fascia esente; altri parlamentari a destra rispondevano che il governo avrebbe perso troppi soldi e che le casse dello stato non potevano permettersi di subire una simile perdita.
La querelle, ovviamente, è falsa e rappresenta una delle tante discussioni ipocrite fatte solo per gettare fumo negli occhi della gente, per indurre nel cittadino l’idea che le tasse servano a coprire le spese statali, e per riempire i giornali con qualche notizia che sembri tale.


giovedì 2 gennaio 2014

Dall'ultimo numero di Delitti e Misteri: Perché Anna Maria Franzoni è innocente



Perché Annamaria Franzoni è innocente
di Paolo Franceschetti

L'articolo è tratto dal numero 9 di Delitti e Misteri, rivista diretta da Francesco Mura.


Annamaria Franzoni viene condannata per omicidio doloso del proprio figlioletto di tre anni sulla base della ricostruzione dei fatti così come segue.
Ore 8:08. Il figlio Davide esce di casa per andare a scuola.
Ore 8:16. La Franzoni esce di casa come ogni giorno per raggiungere il figlio Davide alla fermata del bus, poco distante. Il processo accerterà che dapprima uscì di casa il figlio e qualche minuto dopo la madre lo seguì.
Ore 8:27. La Franzoni rientra a casa.
Ore 8:27,30. La Franzoni telefona alla dottoressa Satragni, suo medico curante e vicina di casa, comunicandole che Samuele perdeva sangue dalla testa e gli era scoppiato il cervello.
Ore 8:28,30. La Franzoni telefona al 118 dicendo che il figlio Samuele vomita sangue.
Ore 8:29,26. La Franzoni telefona al marito, comunicandogli che Samuele “è morto”.
Pochi secondi dopo la donna chiama la sua vicina di casa Ferrod, dicendole che il figlio perde sangue dalla testa.
In casa sopraggiungono nell’ordine: la signora Ferrod, la dottoressa Satragni, accompagnata dal suocero Savin e infine il dottor Iannizzi con l’elisoccorso dell’ospedale di Aosta.

Le indagini portano al ritrovamento e al sequestro del pigiama della donna.
La casacca era ai piedi del letto, sotto le lenzuola, mentre i pantaloni erano “seminascosti” sotto un risvolto del letto del bambino.
Gli zoccoli vengono ritrovati nel bagno, risposti in ordine.
Sia il pigiama che gli zoccoli presentano macchie di sangue.
Il bambino viene dichiarato formalmente morto alle 9:55.
La perizia del tribunale stabilirà che il bambino doveva essere morto in un lasso temporale compreso tra i 5 e i 17 minuti.
Secondi i periti dell’accusa, l’aggressore indossava gli zoccoli e il pigiama, il che individua nella madre la probabile colpevole. La perizia viene effettuata con il cosiddetto metodo BPA.
I periti della difesa sostengono che le macchie di sangue sul pigiama potrebbero essere dovute al fatto che questo si trovava sul letto al momento dell’aggressione.
Mentre gli zoccoli, non presentando macchie sulla tomaia, non potevano essere indossati dall’aggressore.

Se questa è la ricostruzione – così emerge dagli atti – risulta evidente che Annamaria Franzoni sia innocente per vari motivi.
-          La donna viene trovata completamente pulita, senza neanche una traccia di sangue addosso, sui capelli, o sui vestiti; una caratteristica di tutti i delitti all’arma bianca è che l’assassino si macchi non solo i vestiti, ma ogni parte del corpo, capelli, unghie, scarpe, viso, ecc. Per commettere un omicidio del genere, quindi, l’assassino deve avere il tempo di lavarsi accuratamente (lasciando tracce che verrebbero necessariamente rilevate dai RIS) e poi cambiarsi, facendo sparire gli abiti sporchi. L’assassino poi lascia macchie ovunque, sulle maniglie delle porte, sul lavandino del bagno, ecc.
-          Nessuna traccia di sangue viene ritrovata al di fuori della stanza del delitto, nel bagno o altrove; eppure l’enorme quantità di sangue fuoriuscita dalla testa del bambino, in misura e forza tali da raggiungere addirittura il soffitto, rende di fatto impossibile l’ipotesi che l’assassino, chiunque esso sia, non abbia lasciato tracce (e abbondanti) in altre parti della casa.
-          La perizia psichiatrica disposta dal PM stabilì che la donna soffriva di un disturbo dissociativo chiamato “stato crepuscolare orientato”, inesistente in psichiatria e in particolare nel cosiddetto DSM, vera e propria guida dei disturbi psichiatrici adottata dalla comunità mondiale dei medici; altre perizie invece non trovarono nella donna alcuna anomalia di vita, di condizioni, o di altro tipo.
-          L’arma del delitto non viene ritrovata. Come avrebbe fatto Annamaria a nasconderla in breve tempo? E dove l’avrebbe nascosta? La villa di Cogne, nonostante la qualifica di “villa” che i media hanno sempre attribuito alla casa, è in realtà una tipica casetta di montagna, con una superficie non superiore ai 100 metriquadri, forse anche meno. Attorno alla casa c’è solo prato, che in quel periodo era coperto di neve; impossibile quindi che l’arma sia stata portata fuori casa dalla donna, perché ne sarebbero rimaste le tracce.
-          Nell’ipotesi che l’assassina fosse stata la madre, ella avrebbe avuto al massimo sei minuti e mezzo (cfr. gli orari della ricostruzione giudiziale) per: 1) indossare il pigiama e indossare gli zoccoli; 2) uccidere il bambino, 3) cambiarsi il pigiama e indossare vestiti puliti, 4) lavarsi, 5) far sparire ogni traccia di sangue, 6) far sparire l’arma del delitto, e poi infine 7) telefonare.
-          Inoltre,  se Annamaria avesse indossato gli zoccoli durante l’omicidio, avrebbe dovuto necessariamente calpestare il sangue della stanza nel camminare lasciando tracce sotto alla suola.

Ad escludere che l’omicidio possa essere avvenuto prima che Annamaria avesse accompagnato il figlio allo scuolabus valgono le testimonianze di un vicino, che ha narrato di averla vista pochi secondi dopo la partenza del bus, e di averci chiacchierato serenamente di ordinarie faccende quotidiane; la donna appariva serena e tranquilla, e si avviò verso casa senza mostrare alcun segno di inquietudine; impossibile, insomma, che l’omicidio potesse essere stato già commesso da lei, perché nessun essere umano avrebbe la freddezza di recitare così bene dopo aver ucciso il figlio; e rimarrebbe poi sempre da spiegare la mancanza di tracce di sangue al di fuori della stanza del delitto.

Ci sarebbero poi da prendere in considerazione gli aspetti simbolici del delitto, dalla data, ai nomi dei protagonisti (nella Bibbia Annamaria è la madre di Samuele, che chiede di poter dare un figlio a Dio, nel libro chiamato appunto “Libro di Samuele”) alla cornice, il Gran paradiso, a poca distanza in linea d’aria dal Monte Rosa, nonché il particolare che a suo tempo sottolineò il criminologo Carmelo Lavorino, secondo cui il delitto di Cogne rispecchia fedelmente la storia narrata da un autore di fine ’800, la Nota di Ramuz. Ma il discorso porterebbe troppo lontano ed esulerebbe dal discorso prettamente giuridico.

Infine, occorre fare una considerazione finale di tipo procedurale. Ai sensi dell’articolo 530, la colpevolezza di un imputato va provata sempre oltre ogni ragionevole dubbio.
In questo caso, invece, di dubbi ce ne sono più di uno, e sono molto più che semplicemente ragionevoli.
Le domande da porci allora sono: chi ha ucciso Samuele? E perché i magistrati non hanno colto queste incongruenze a suo tempo?


domenica 22 dicembre 2013

Roma, 29 dicembre. Presentazione del secondo volume



Roma
Domenica 29 Dicembre 2013
ore 17:00

Paolo Franceschetti presenta il secondo volume della trilogia:
"Sistema massonico e Ordine della Rosa Rossa"

presso Ryar Sound
ex Teatro da Camera di Roma
viale di Trastevere, 112



In occasione dell’uscita del secondo volume, Paolo Franceschetti è ospite di Ryar Sound per presentarlo.

In questo libro si prosegue l’analisi dell’omicidio massonico, ma la ricerca diventa sempre più complessa, perché la storia della massoneria si intreccia con quella della Chiesa Cattolica e con la figura di Gesù, attorno alla quale le due organizzazioni si sono fatte una guerra spietata. Si arriva quindi a capire come Massoneria e Chiesa Cattolica siano due facce della stessa medaglia, di cui l’una non potrebbe esistere senza l’altra.
Si approfondisce anche la storia del Cristianesimo, evidenziando la lotta perpetrata nei secoli per nascondere la verità su molti aspetti della storia di Gesù, con i tentativi, da parte dei rosacroce e delle società segrete, di preservarne la realtà storica e spirituale.
Tra le vicende giudiziarie che in questo volume iniziano a delinearsi (per trovare la conclusione nel terzo volume) c’è la vicenda delle Bestie di Satana. L'autore, nel corso delle sue ricerche come legale di Paolo Leoni e di Nicola Sapone (considerati i leader della setta), è arrivato a scoprire che i ragazzi coinvolti nella vicenda sono quasi tutti innocenti, mentre i colpevoli veri dovrebbero essere cercati altrove, ai vertici dello stato.
Trattandosi di una vicenda giudiziaria tra le più importanti al mondo in tema di satanismo (insieme alla vicenda Manson in America del 1969), essa è stata il punto di osservazione privilegiato per capire come dietro alle vicende di sangue che vengono trattate dai media come normali casi di cronaca nera, ci siano in realtà feroci lotte politiche o culturali tra centri di potere riconducibili, ancora una volta, alla Chiesa Cattolica o alla Massoneria.


mercoledì 18 dicembre 2013

Border Nights - puntata 105

Ospiti della puntata Mauro Biglino e il dott. Piero Mozzi. Si parla della lettera di minacce subita da Biglino e del suo ultimo libro "La Bibbia non è un libro sacro". Con il dott. Mozzi si parla di alimentazione e gruppi sanguigni. In collegamento come sempre anche Paolo Franceschetti con il quale poi concluderemo la puntata. Il programma va in onda ogni martedi alle 22 su Web Radio Network (http://www.webradionetwork.eu) Contatti: bordernights@webradionetwork.eu - blog http://bordernights.blogspot.it - skype border nights - gruppo Facebook border nights


http://www.spreaker.com/user/bordernights/border-nights-puntata-105-17-12-2013



giovedì 12 dicembre 2013

Border Nights - puntata 104

Si parla insieme a Giuseppe Rausa dei messaggi lasciati dal grande regista Stanley Kubrick (soprattutto Arancia Meccanica, Shining, Eyes Wide Shut e i riferimenti al potere ed alla massoneria). Poi conversazione con Paolo Franceschetti, interventi degli ascoltatori: manifestazioni del popolo, l'ascesa di Renzi, il possibile golpe militare. Contatti: bordernigths@webradionetwork.eu gruppo Facebook border nights, blog http://bordernights.blogspot.it , skype border nights


http://www.spreaker.com/user/bordernights/border-nights-puntata-104-10-12-2013



lunedì 9 dicembre 2013

La protesta nazionale del 9 dicembre. E l'incostituzionalità della legge Porcellum




di Stefania Nicoletti


Si sono svolte oggi in tutta Italia delle manifestazioni di protesta contro il governo e il sistema politico, indette dal movimento dei Forconi, dagli autotrasportatori e da diversi gruppi e associazioni, a cui hanno aderito migliaia di cittadini. Sono state bloccate strade e autostrade e organizzati presidi e cortei un po’ in tutte le città italiane.
Questa iniziativa sembra diversa da altre proteste che hanno avuto luogo in questi anni. Innanzitutto gli organizzatori hanno tenuto a sottolineare che la protesta è apartitica. Infatti, sebbene dei movimenti politici come Forza Nuova abbiano deciso di aderire, nelle foto e nei video che stanno circolando in rete non si vedono bandiere o simboli di partiti.
Il comitato che ha coordinato la protesta si è anche dato un codice etico, in cui auspica una rivoluzione non violenta e invita i partecipanti a non usare la violenza, in particolar modo nei confronti delle Forze dell’Ordine. Vedremo poi perché questo punto è importante nella nostra analisi.

Apparentemente, tutto questo è molto bello. Verrebbe da dire: finalmente il popolo italiano prende coscienza del sistema, si ribella e fa qualcosa anziché continuare a subire passivamente. Ma è davvero così?
Nei giorni scorsi ho seguito il tam tam su internet e in particolare su Facebook. Quello che ho letto, visto e sentito sono solo tanti slogan. “Mandiamoli tutti a casa”, “la gente non ne può più di questa classe politica”, “se ne devono andare”, “cacciamo via tutta la casta”. Sempre gli stessi slogan. Che possono anche essere condivisibili: è un dato di fatto che questa classe politica è indegna e corrotta. E allora mandiamoli tutti a casa. Va bene, e poi? Una volta ottenute le dimissioni del governo, una volta mandati a casa tutti i parlamentari, una volta spazzati via tutti, che si fa? Chi mettiamo al loro posto? Come governiamo questo Paese? Non ho sentito da parte degli organizzatori proposte concrete e costruttive. Solo tanti slogan e tanta rabbia nei confronti della classe politica. Il progetto è solo quello di mandarli via; ma – ripeto – una volta mandati via tutti, cosa facciamo?
Le posizioni contro la casta politica non sono nuove: lo stesso Grillo e il Movimento 5 Stelle fanno ampiamente uso di questi concetti. Ma come abbiamo spiegato più volte sul blog, i politici sono un falso obiettivo: non solo loro che decidono veramente, essendo solo gli esecutori di poteri che stanno sopra alla politica. Scagliarsi contro la “casta” è fuorviante: il vero problema è il sistema nel suo insieme, non certo i politici che sono seduti ora in parlamento.

Ciò che però mi ha colpito è una singolare coincidenza: proprio a ridosso di questa protesta, qualche giorno fa la Corte costituzionale si è espressa sulla legge elettorale Calderoli, detta Porcellum, dichiarandola incostituzionale.
La legge n. 270/2005 ha modificato il sistema elettorale italiano (prima era in vigore il Mattarellum): caratteristiche principali del Porcellum sono le liste bloccate senza la possibilità per l’elettore di esprimere una preferenza, e l’attribuzione del premio di maggioranza alla coalizione vincente. E sono proprio questi due punti ad essere illegittimi, secondo la Corte.
La sentenza è di importanza storica, soprattutto se si considerano le ripercussioni sulla vita politica e istituzionale italiana. Di fatto, questa sentenza rende illegittimo il parlamento, che è stato eletto con la legge in questione. In questi giorni si sta infatti sviluppando un intenso dibattito tra coloro che sostengono che il parlamento è comunque legittimo e deve andare avanti, e coloro – Beppe Grillo in primis – che affermano che il parlamento è incostituzionale, che lo stesso presidente della repubblica Napolitano è incostituzionale (essendo stato eletto da questo parlamento) e che dovrebbe sciogliere le Camere.
Tutto questo cosa c’entra con la protesta nazionale del 9 dicembre? C’entra e ora vediamo perché. La pronuncia della Corte costituzionale sul Porcellum è del 4 dicembre. Il giorno prima si era diffusa la notizia che la Corte, riunitasi in udienza pubblica, avesse rinviato la decisione al 2014. In serata però arriva l’annuncio del presidente della Corte: dal giorno dopo si sarebbe affrontata la questione in camera di consiglio. E infatti la sera del giorno successivo viene fatto l’annuncio di incostituzionalità.
Ricapitolando: il 4 dicembre la Corte costituzionale dichiara illegittima la legge Porcellum, di fatto delegittimando anche il parlamento che è stato eletto con quella legge. Il tutto pochissimi giorni prima del grande sciopero nazionale a oltranza iniziato oggi, che ha come obiettivo proprio l’eliminazione degli attuali parlamentari (“tutti a casa”) e della classe politica.
Una singolare coincidenza. Un tempismo perfetto, che sembra quasi... voluto e programmato.

A questo si aggiunga anche lo strano comportamento delle Forze dell’Ordine durante le proteste di oggi.
In diverse città italiane, infatti, i poliziotti si sono tolti il casco, e sembra che qualcuno abbia anche sfilato insieme ai manifestanti. Questi gesti sono stati salutati con grande entusiasmo dal popolo del web, che ha diffuso i video su Facebook e su molti siti. In serata è arrivato un comunicato della questura, che afferma che i poliziotti si sono tolti il casco perché “erano venute meno le esigenze operative che ne avevano imposto l’utilizzo”. Non era quindi un gesto di solidarietà e condivisione nei confronti dei manifestanti, come invece era stato interpretato. Ma anche se lo fosse, anche se davvero i poliziotti appoggiassero la protesta, non è a mio parere un buon segno, almeno non con queste modalità.
Ho notato che sui social network (quasi) tutti hanno pubblicato foto e video con grande gioia, perché “i poliziotti stanno dalla nostra parte”. Io invece guardavo quei video e quelle foto con una certa preoccupazione, proprio perché i poliziotti sembravano stare dalla parte dei manifestanti. E il tutto mi sembrava voluto, programmato e preparatorio ad un colpo di stato.

Ricordiamo anche che l’operazione che culminò nel Golpe cileno del 1973 ebbe inizio con uno sciopero dei camionisti: proprio come lo sciopero nazionale di oggi, che è per l’appunto partito con il blocco delle autostrade da parte dei camionisti.
Anche questa è un’altra, singolare coincidenza che dovrebbe farci riflettere su questa protesta e in generale su tutte le rivolte che mirano solo a stravolgere il potere, senza però dare delle alternative concrete e valide. Cambiare tutto per non cambiare nulla.



mercoledì 4 dicembre 2013

Border Nights - puntata 103. Ospite Carmelo Carlizzi

Ospite della puntata Carmelo Carlizzi, marito di Gabriella Carlizzi (caso Moro, mafia, mostro di Firenze, Meredith, spiritualità). Collegato come sempre anche Paolo Franceschetti. Contatti: bordernights@webradionetwork.eu blog http://bordernights.blogspot.it - gruppo Facebook border nights - Skype border nights


http://www.spreaker.com/user/bordernights/border-nights-puntata-103-3-12-2013



Border Nights - puntata 102

In apertura si parla di malagiustizia con il giovane imprenditore Carlo Carpi, poi spazio al tema dell'alimentazione vegana e crudista ed al rapporto tra cibo e malattia con Valdo Vaccaro. Finale con Bruno Mautone e il suo libro dedicato ai messaggi nascosti nelle canzoni di Rino Gaetano ed all'ascolto dei file audio registrati alla Cecchignola dall'ex magistrato Paolo Ferraro (trattamento Monarch, ecc.). Contatti: bordernights@webradionetwork.eu blog bordernights.blogspot.it gruppo Facebook Border Nights


http://www.spreaker.com/user/bordernights/border-nights-puntata-102-26-11-2013



mercoledì 20 novembre 2013

Viterbo, 22 novembre: presentazione del libro "Sistema massonico e Ordine della Rosa Rossa"



22 novembre 2013
Viterbo
Ore 18:00



Presentazione del libro
"Sistema massonico e Ordine della Rosa Rossa"
di Paolo Franceschetti



presso Etruria Libri
via Pacinotti 9, Loc. Tribunale


tel. 0761 270626
etruriatribunale@libero.it



Border Nights - puntata 101

Ospiti della puntata Davide Malaguti (dreams realizer, realizzatore di sogni), Gianfranco Carpeoro e il prof. Paolo Lissoni. Temi della puntata la ghiandola pineale e le sue potenzialità, la massoneria ieri ed oggi, il simbolismo. Chiude la puntata la consueta conversazione con Paolo Franceschetti. Contatti: bordernights@webradionetwork.eu blog bordernights.blogspot.it gruppo Facebook border nights, Skype: border nights


http://www.spreaker.com/user/bordernights/border-nights-puntata-101-19-11-2013



mercoledì 13 novembre 2013

Border Nights - puntata 100. Ospite Fausto Carotenuto

Ospite della puntata Fausto Carotenuto (Coscienze in rete, politica internazionale, nuovo ordine mondiale nwo, spiritualità, esoterismo, amore, coscienza, anima). Poi consueta chiacchierata con Paolo Franceschetti (come si entra in magistratura, arresto Paolini, risposta alle mail). Il programma va in onda in diretta ogni martedi alle 22 su Web Radio Network (www.webradionetwork.eu) Per contattare il programma: bordernights@webradionetwork.eu; blog bordernights.blogspot.it ; gruppo Facebook border nights; Skype border nights


http://www.spreaker.com/user/bordernights/border_nights_puntata_100_12_11_2013




venerdì 8 novembre 2013

Video del convegno "Religione, massoneria e conoscenze occultate"

Pubblichiamo i video del convegno "Religione, massoneria e conoscenze occultate. Quale futuro per l'umanità?", tenutosi il 14 e 15 settembre 2013 a Ora (BZ).
Relatori: Gianfranco Carpeoro, Andrea Franco, Sigismondo Panvini, Gioele Magaldi, Paolo Franceschetti.


- 1ª parte -
Presentazione del convegno e dei relatori
Paolo Franceschetti: "Delitti, manipolazione e conoscenze occultate"
Gianfranco Carpeoro: "Massoneria, esoterismo e religione"
Andrea Franco: "Rudolf Steiner, antroposofia e scienza dello spirito"






- 2ª parte -
Sigismondo Panvini: "La nuova umanità del terzo millennio"
Gioele Magaldi: "Il ruolo della massoneria nel percorso evolutivo dell'occidente"
Domande del pubblico ai relatori






- 3ª parte -
Gianfranco Carpeoro: "I Rosacroce e il loro ruolo nella storia dell'umanità"
Andrea Franco: "La figura di Cristo in Steiner"






- 4ª parte -
Sigismondo Panvini: "Generati dalla luce, una nuova società in divenire"
Gioele Magaldi: "Il movimento Grande Oriente Democratico e il futuro della massoneria"
Domande del pubblico ai relatori






mercoledì 6 novembre 2013

Border Nights - puntata 99

Ospiti della puntata David Gramiccioli (spettacolo su Rino Gaetano), Giovanna Garbuio (di Josaya, tema: l'Ho Oponopono) e Rosario Marcianò (scie chimiche). Compagno di viaggio come sempre Paolo Franceschetti.
Per domande e commenti: bordernights@webradionetwork.eu, blog bordernights.blogspot.it, gruppo Facebook border nights. Skype: border nights


http://www.spreaker.com/user/bordernights/border_nights_puntata_99_05_11_2013



mercoledì 30 ottobre 2013

Border Nights - puntata 98

Prima puntata interamente live del programma in onda ogni martedi alle 22 su Web Radio Network. Ospite Gianni Lannes per parlare di terremoti artificiali e strage di Ustica. Poi interventi di Paolo Franceschetti e Paolo Ferraro.
Blog: bordernights.blogspot.it email bordernights@webradionetwork.eu


http://www.spreaker.com/user/bordernights/border_nights_puntata_98_29_10_2013



mercoledì 23 ottobre 2013

mercoledì 16 ottobre 2013

Border Nights - puntata 96. Ospite l'ufologo Antonio Chiumiento

A Border Nights si torna a parlare di Ufo con il professor Antonio Chiumiento che racconterà il controverso caso del presunto avvistamento extraterrestre di Mortegliano (Udine). Poi consueto appuntamento con Paolo Franceschetti con cui si parlerà di
- Charles manson e la strage di Cielo Drive
- mostro di Firenze,
- Osho
ed altri temi affrontati dagli ascoltatori. La nostra mail è bordernights@webradionetwork.eu gruppo Facebook Border Nights blog bordernights.blogspot.it


http://www.spreaker.com/user/bordernights/border_nights_puntata_96_15_10_2013



domenica 13 ottobre 2013

I vostri bambini. La dichiarazione processuale di Charles Manson


Riportiamo alcuni brani della lunga dichiarazione che venne fatta da Charles Manson al processo. Il giudice decise che i giurati non potevano ascoltarla (temendo forse che anche da questa unica dichiarazione essi potessero cambiare idea sulla sua colpevolezza).
Occorre tenere presente, per capire alcuni passaggi, che Manson stava per essere condannato a morte (come poi è avvenuto con la sentenza).
Tecnicamente, il fatto che fosse stato ordinato alla giuria di non ascoltare la dichiarazione, costituiva un'irregolarità processuale.

venerdì 11 ottobre 2013

Border Nights puntata 95. Intervista a Giulio Cesare Giacobbe

 Ospite della puntata lo psicoterapeuta e scrittore Giulio Cesare Giacobbe. Poi l'arrivo di Paolo Franceschetti: 
- tragedia di Lampedusa, 
- uso del reato di diffamazione, 
- La querela del generale Marchetti nei confronti di Milica Cupic e Paolo Franceschetti
- fans che diventano nemici, 
- delitti degli ultimi anni, 
- mostro di Firenze. 
Per le vostre email:bordernights@virgilio.it gruppo Facebook Border Nights, blog: bordernights.blogspot.it


http://www.spreaker.com/user/bordernights/border_nights_puntata_95_08_10_2013



mercoledì 9 ottobre 2013

Il caso Charles Manson. Le cose mai dette.






1. Il caso in sintesi. 2. I dubbi, le lacune e le assurdità della ricostruzione ufficiale. 3. La simbologia del caso Manson. 4. Il caso Manson e il caso Bestie di Satana. 5. Il caso Manson e altri delitti celebri.

venerdì 4 ottobre 2013

Border Nights - puntata 94

Ospite della puntata Mauro Biglino, studioso di religioni (Bibbia, Ufo, ecc.). Poi Paolo Franceschetti (mostro di Firenze, delitti familiari e mediatici, situazione politica, ecc.).

http://www.spreaker.com/user/bordernights/border_nights_puntata_94_01_10_2013



La guerra psicologica sulla massa e i suoi effetti, con Solange Manfredi









In edicola e libreria il nuovo numero di Delitti & Misteri dedicato alle Bestie di Satana



E' in edicola e nelle più importanti librerie (Feltrinelli, libreria Termini di Roma, ecc.) il nuovo numero del mensile "Delitti e Misteri" diretto da Francesco Mura.
In questo numero, dedicato al satanismo e alle Bestie di Satana:
- la ricostruzione delle varie fasi delle testimonianze dei cosiddetti pentiti
- Un autointervista di Paolo Leoni dal carcere
- Un immagine inedita di Nicola Sapone, in un colloquio recente nel carcere di Padova
- una inedita perizia grafologica sulla grafia dei principali personaggi coinvolti
- Le morti collaterali e gli omicidi irrisolti
- Un'intervista all'avv. Paolo Franceschetti
- La vicenda di Patrizia Silvestri la satanista trovata morta con la testa tagliata in una stazione di servizio romana
- La morte della mamma di Doriano Molla
- Un intervista a Padre Amorth
- Un intervista a Francesco Bruno su satanismo e delitti esoterici
- Intervista a Marco Dimitri, leader dei Bambini di Satana
- Un'intervista ad una donna sfuggita ad una setta
E inoltre, articoli, approfondimenti su altre vicende legate al satanismo e articoli in materia di giustizia


Ricordiamo che nelle librerie si trovano anche i numeri arretrati.

Per abbonamenti
http://www.delittiemisteri.eu/

Pièce teatrale dedicata a Rino Gaetano: ultimo giorno di prevendita dei biglietti


Sabato 5 ottobre dalle ore 11 alle 13, presso il botteghino del Teatro delle Muse in via Forlì 43 a Roma, sarà possibile acquistare gli ultimi biglietti rimasti per la pièce teatrale "Avrei voluto un amico come te" dedicata a Rino Gaetano.
I biglietti per la prima del 30 ottobre sono esauriti, mentre sono ancora disponibili per le date del 18 e 19 novembre.
Si ricorda che non ci saranno altri giorni di prevendita.


lunedì 30 settembre 2013

Resana (TV). Il sindaco organizza convegni su signoraggio e scie chimiche

Il sindaco di Resana (TV), Loris Mazzorato, ha deciso di organizzare degli incontri pubblici per informare la popolazione su temi taciuti dai media, come signoraggio e scie chimiche.
I convegni si terranno il 1° e il 19 ottobre presso il centro culturale di Resana.

Abbiamo conosciuto Mazzorato nel marzo 2012, in occasione di una conferenza che il sindaco aveva sostenuto nonostante le critiche e gli attacchi.
Di lui abbiamo parlato in questo articolo: http://paolofranceschetti.blogspot.it/2012/04/due-esempi-politici-da-seguire-pier.html






Ecco i dettagli delle due conferenze:

http://www.comune.resana.tv.it/it/UfficioStampa/ArchivioNotizie/NotizieInEvidenza/Notizia131001-incontro.html

http://www.comune.resana.tv.it/it/UfficioStampa/ArchivioNotizie/NotizieInEvidenza/Notizia131019-incontro.html




giovedì 26 settembre 2013

Border nights, puntata 93.

Prima puntata della stagione 2013-2014 in onda ogni martedi alle 22 su Web Radio Network. Insieme a Paolo Franceschetti si parlerà ancora della vicenda Pantani, del ruolo dei parenti delle vittime nei fatti di sangue, degli strani delitti degli ultimi giorni.
Poi lettura di alcune delle 48 domande formulate a Paolo sul Mostro di Firenze.
Nella seconda parte ospite Rocco Bruno, autore del libro "Matrix - Una parabola moderna": realtà, sistema, condizionamento ecc.


http://www.spreaker.com/user/bordernights/border_nights_puntata_93_24_9_2013



venerdì 20 settembre 2013

Il caso Damien Echols e il caso Bestie di Satana.


Il caso Damien Echols.

Nel maggio del 1993 in un bosco di West Memphis in Arkansas vengono trovati tre bambini assassinati e orrendamente mutilati.
Per settimane la polizia brancola nel buio e i giornali ipotizzano piste sataniche ed esoteriche.
A giugno vengono individuati i feroci assassini che avevano commesso quel delitto senza lasciare tracce: si tratta di tre ragazzi, uno diciottenne e altri due minorenni.
Il diciottenne si chiama Damien Echols, gli altri due sono Jason Baldwin e Jessie Misskelley.
Come vengono individuati?
Grazie alla confessione di uno dei tre, Jessie, che all’epoca era non solo minorenne ma anche ritardato mentale.

domenica 15 settembre 2013

30 ottobre, Roma. Omaggio teatrale a Rino Gaetano



Il 30 ottobre ritorna Ouverture, sarà un ritorno speciale: in teatro.

David Gramiccioli e Paolo Franceschetti presentano una pièce teatrale in onore di Rino Gaetano, dal titolo "Avrei voluto un amico come lui".

Nessuno come il cantautore scomparso nel 1981 cantò le malvagità di questo paese. Incidente o omicidio?

Anche la vendita dei biglietti, prezzi popolarissimi, avverrà in pieno stile Ouverture visto che sarà possibile acquistarli sabato 28 settembre dalle 10,00 alle 13,00 presso il botteghino del Teatro delle Muse di via Forlì a Roma contando sulla presenza degli stessi autori. Vi aspettiamo.


Pagina Facebook dedicata allo spettacolo: http://www.facebook.com/omaggiorinogaetano





giovedì 5 settembre 2013

Il processo politico moderno e quello antico. Parte I: Le caratteristiche generali. Oscar Wilde e le Bestie di Satana.


Il processo politico, con particolare riguardo al caso Oscar Wilde confrontato con quello alle Bestie di Satana.


Paolo Franceschetti

1. Il processo politico. Definizione. 2. Le caratteristiche del processo politico. 3. Alcuni esempi di processo politico. 4. Il caso Oscar Wilde. 5. Dichiarazioni di Charles Manson al processo e dichiarazione di Nicola Sapone tratte dal film "In nomine Satan".

1. Il processo politico. Definizione.

Il processo politico, per definizione, è quel processo che non persegue l’ideale di giustizia e di applicazione della legge, ma che è dettato da ragioni “politiche”, cioè di governo. Normalmente quindi il processo politico è il processo che sfocia in un esito non giusto, ma in linea con le tendenze politiche dell’élite dominante.
Il processo politico, perseguendo finalità “politiche”, di governo, serve quindi da una parte a eliminare personaggi scomodi o mandar loro un messaggio (come nel caso di Berlusconi); dall’altra serve – in senso proprio letterale – a “governare”, cioè a indurre nelle masse determinati comportamenti, idee o credenze.



sabato 10 agosto 2013

Ora (BZ). Convegno su: Religione, massoneria, e conoscenze occultate. Quale futuro per l'umanità?


Con questo convegno vogliamo interrogarci sul futuro dell'informazione e della conoscenza, partendo dal presupposto che le società segrete di origine Giovannita sono le organizzazione che nei secoli hanno dato impulso, più di altre, alla conoscenza e alla storia dell'umanità; le società segrete hanno poi dato vita a movimenti interni alla Chiesa cattolica e alla Massoneria, il che si è tradotto in un contrasto secolare tra Chiesa e Massoneria, di cui sono state tenute all'oscuro le masse. Per questo motivo sono stati chiamati come relatori massoni, esoteristi e simbolisti, nonché studiosi di massoneria esterni ad essa.
Viviamo in un'epoca in cui, in teoria, dovrebbe essere accettato ovunque il principio di uguaglianza e fratellanza che era divulgato sia da Cristo sia dalla massoneria, che lo ha volutamente inserito nella dichiarazione dei diritti dell'uomo; affinché l'umanità possa vivere in pace, però, e affinché sia reso effettivo il principio di uguaglianza, è necessario che le conoscenze fino ad oggi occultate vengano rese pubbliche, a beneficio di tutta la società.
Questo convegno vuol essere un dibattito che inviti alla trasparenza, alla conoscenza, all'approfondimento di quei campi che fino ad oggi sono stati taciuti alla maggioranza dei cittadini, per interrogarci sul futuro, specialmente quello spirituale, dell'umanità.

venerdì 5 luglio 2013

Lo strano caso di Marco Pantani e del Tour de France 1998



tratto da: Indagine su Marco Pantani.
http://indaginesumarcopantani.blogspot.it/2013/07/lo-strano-caso-di-pantani-e-del-tour-de.html

Scrivo questo articolo con la consapevolezza che non necessariamente riuscirò ad avere una visione d’insieme obiettiva e consapevole perché parto con un handicap.

Infatti non sono mai stato un amante dello sport e non sono mai riuscito a capire il motivo per cui si debba tifare in modo incondizionato un campione o una squadra. Pur avendo praticato diversi sport (ad esempio per anni sono andato in bicicletta; ogni giorno, terminata la scuola, per anni ho inforcato la bici da corsa e mi facevo i miei 50-60 km al giorno) non ho mai assistito a una partita di pallone o a una gara sportiva, che ho sempre trovato mortalmente noiose.

mercoledì 19 giugno 2013

Border nights puntata 92. Ospite Paolo Ferraro.

Ultima puntata stagionale con Paolo Franceschetti e la migliore musica di questa edizione. Collegamento a sorpresa con Paolo Ferraro e simpatica parodia di Paolo. 
Ci risentiamo a settembre! 
per scriverci: bordernights@virgilio.it blog bordernights.blogspot.it gruppo Facebook border nights


http://www.spreaker.com/user/bordernights/border_nights_puntata_92_18_6_2013